campione olimpico Greg Van Avermaet vince la Parigi-Roubaix 2017

11/04/2017 0
Van Avermaet superato una dura appena prima della foresta Arenberg a ponte al gruppo principale, prima di fucinatura libera con Zdenek Stybar (QuickStep piani) e Sebastian Langeveld (Cannondale-Drapac) sul settore Carrefour de l'Arbre.
 
E nonostante un inseguimento da Jasper Stuyven (Trek-Segafredo) e Gianni Moscon (Team Sky) quasi sventando il trio di testa nella Roubaix Velodromo, dopo Stybar aveva ripetutamente rifiutato di fare un giro sulla parte anteriore, Van Avermaet battuto allo sprint il pilota ceco di rivendicare vittoria.
 
Venendo appena una settimana dopo il secondo posto al Giro delle Fiandre, la vittoria di Van Avermaet aggiunto successi al Omloop Het Nieuwsblad, E3 Harelbeke e Gand-Wevelgem di questa primavera, mentre il campione olimpico è stato anche secondo a Strade Bianche.
 
Greg Van Avermaet ha sostenuto la sua prima vittoria Monumento per coronare una splendida campagna di classiche del pavé (pic - ASO)
 
E il belga ha dichiarato: “Sono andato in pista con il pensiero che stavo per vincere. Sono davvero felice di aver vinto il mio primo monumento perché ho dovuto aspettare un sacco di tempo per arrivare finalmente sul grande posto del podio.
 
“Ero davvero fiducioso nella mia volata perché ho volata più volte da un piccolo gruppo. Al termine di una gara dura Sono sempre uno dei ragazzi più veloci.
 
“Per me le Olimpiadi sarà sempre la mia più grande vittoria, ma ora è davvero bello avere un monumento troppo.”
 
Spinta dal vento a favore, la gara è stata la più veloce mai registrato e ci sono voluti fino a poco prima della prima serie di ciottoli per nulla simile ad una pausa di forgiare chiaro.
 
Yannick Martinez (Delko Marseille Provence KTM), Ag2r maglie da ciclismo, Jelle Wallays (Lotto-Soudal) e Mickael Delage (FDJ) sono stati gli uomini a guadagnare un gap, ma il loro vantaggio mai ammontano a nulla di significativo.
 
I ciottoli portato alle solite emozioni positive e negative nel plotone, con Oliver Naesen (Ag2r-La Mondiale), Yves Lampaert (QuickStep piani) e Tony Gallopin (Lotto-Soudal) tra i big a soffrire una fuoriuscita precoce.
 
E 'solo sul pavé in cui è pericoloso o, come Luke Durbridge (Orica-Scott) ha scoperto quando è caduto durante la lotta frenetica per la posizione sulla pista.
 
Quei crash causato spaccature nel gruppo, con l'ex vincitore Niki Terpstra (QuickStep piani) già alle spalle una spaccatura quando è caduto fuori gara sul settore Maing.
 
Con Stijn Vandenbergh (Ag2r-La Mondiale) aggiungendo la sua potenza di fuoco per la fuga dopo un tentativo di successo per colmare tutto, il divario con gli uomini anteriori era poco meno di un minuto al settore Arenberg Foresta a cinque stelle-rated.
 
Più indietro, Van Avermaet era precipitato e veniva trasmesso indietro dai suoi compagni di squadra BMC Racing come QuickStep piani colpito il passo sul selciato notoriamente frastagliate.
 
Van Avermaet, uniti da Alexander Kristoff (Katusha-Alpecin) che aveva sofferto una foratura, ha ponte nuovo attraverso, però, proprio come il compagno di squadra Daniel Oss si è unito campione del mondo Peter Sagan, del slovacco dell'ala-man Maciej Bodnar e Jasper di Trek-Segafredo Stuyven in accelerazione.
 
Sagan forato e restituita al gruppo degli inseguitori con Bodnar, ed era l'aggressione del slovacco sui Mons-en-Pévèle ciottoli che ha costretto una scissione decisiva in quel gruppo.
 
Van Avermaet ha avuto Oss per società del gruppo di testa, prima che l'italiano ancora una volta saltato trasparente con nove settori acciottolate restante, mentre Stybar e Tom Boonen, nella sua corsa professionale finale, erano presenti per la QuickStep piani.
 
Il gruppo pericoloso conteneva anche l'ex vincitore John Degenkolb (Trek-Segafredo) e del Lotto-Soudal Jurgen Roelandts, ed era l'aggressione di quest'ultimo che ha aiutato la forma la mossa vincente.
 
Langeveld aderito al Belgio, mentre Van Avermaet, Stybar, Moscon e Stuyven colmato attraverso - gli sforzi di Sagan ostacolata da un'altra foratura, mentre Boonen è stato anche catturato dalla parte sbagliata della scissione.
 
Solo Van Avermaet, Langeveld e Stybar è rimasto chiaro dopo il settore Carrefour de l'Arbre, tuttavia, e - nonostante la mancanza di giri sul davanti e alla fine del raduno da Moscon e Stuyven di Stybar dietro, doveva essere quei tre sul podio.
 
Stybar ha guidato la volata, ma Van Avermaet è venuto intorno a lui sul rettilineo finale di rivendicare una vittoria storica; il primo giorno del Belgio più eccellente in pensione, il campione olimpico ha ricordato gli appassionati di ciclismo fanatico del suo paese il futuro è ancora molto luminoso davvero.